La storia del Tour de France e i pronostici per l'edizione 2018
pronostici
39240

La storia del Tour de France e i pronostici per l’edizione 2018

Il Tour de France rimane la gara di ciclismo su strada più popolare e prestigiosa al mondo. Per la durata di circa tre settimane i ciclisti partecipanti attraversano il territorio francese e a volte anche alcuni paesi confinanti. Dal 1903, ad esclusione dei periodi coincidenti con la prima e seconda guerra mondiale, questa corsa si è svolta a luglio. Diamo ora un breve excursus storico per capire da chi è stato inventato il Tour de France.

C’era una volta il Tour de France

Le origini del giro più famoso al mondo sono da far risalire ad un lampo di genio avuto un giorno dal giovane giornalista di ciclismo, Géo Lefèvre. Per provare a far uscire dalla crisi il giornale Auto-Vélo per cui lavorava suggerì di organizzare un evento speciale: una gara di ciclismo a tappe che attraversava tutta la Francia. All’epoca il ciclismo era una disciplina sportiva molto seguita e così il giornale, fu in grado di raccogliere abbastanza entrate dalla pubblicità, registrando un aumento considerevole delle vendite. Una delle curiosità sempre legate alla testata è il colore giallo della carta con cui veniva stampata e da cui deriva ancora oggi la tonalità di maglia del ciclista in cima alla classifica generale; lo stesso accade con la maglia rosa del giro d’Italia che prende il suo colore dalle pagine de La Gazzetta dello Sport. Anche la presenza di tappe in montagna è un ulteriore elemento che unisce questi due giri, in particolare per il Tour de France vi sono montagne come il Colle del Galibier (2.645 m nelle Alpi), il Colle del Tourmalet (2.114 m sui Pirenei) e il Monte Ventoux (1.909 m in Provenza) che sono diventate le tappe leggendarie tra gli appassionati di questa disciplina sportiva. Dal 1975, è tradizione che la tappa finale del Tour giunga a Parigi, nello splendido scenario degli Champs-Elysées, per la gioia dei tanti turisti e dei parigini che accorrono in massa a questo evento imperdibile.

tour de france

 

Edizione 105

Non solo mondiali quindi, quest’anno c’è anche il Tour de France, partito da Noirmoutier-en-Ile nel distretto della Vandea il sette luglio. Quest’anno rappresenta l’edizione numero 105 della corsa a tappe francese che si concluderà il 29 luglio con la classica parata negli Champs-Elysées. I ciclisti sono impegnati in 21 tappe per un totale di 3.351 km percorsi e tre settimane di competizione, oltre 86 ore di bici, con una media totale di 40,997 km/h. Tra gli appassionati di ciclismo c’è grande attesa per scoprire chi sarà il vincitore di questa edizione sponsorizzata ancora una volta da Skoda che abbina il suo brand al Tour dal 2004 e che quest’anno ha messo a disposizione del giro ben 250 veicoli per il supporto logistico e di trasporto. In occasione di questo grande evento estivo i migliori siti di scommesse sportive hanno già pronti i loro pronostici su chi sarà il vincitore finale per permettere agli appassionati di puntare sul loro beniamino, magari proprio su Nibali, quotato il 13 luglio 10/1. Oltre a lui, chi sono i favoriti di quest’anno? Marcel Kittel è senza alcun dubbio il vero dominatore delle volate anche se dovrà fare attenzione ad Andrè Greipel della Lotto Soudal in miglioramento nelle ultime volate. Un altro personaggio da non sottovalutare è Edvald Boasson Hagen della Dimension Data che ha intenzione di vincere almeno una parte in questo Tour de France. Gli occhi quest’anno sono comunque puntati su Froome, il favoritissimo, anche se il percorso di questa edizione sembra fatto apposta a favorire i talenti di casa come Romain Bardet dell’AG2R La Mondiale e Thibaut Pinot della Groupama-FDJ, con tappe ricche di salite difficili. Subito dietro il terzetto dalla classe indiscussa: Vincenzo Nibali, Mikel Landa e Nairo Quintana tutti del team Movistar. Più avanti, ma sempre agguerritissimi Romain Bardet e Rigoberto Uran della EF Education First-Drapac.

pronostici tour de france

 

Tour de France 2018 è anche un videogioco

Tour de France è ora anche virtuale, per gli appassionati di ciclismo infatti è uscito il videogioco “Tour de France 2018” prodotto da Cyanide Studio sia per PlayStation 4 che per Xbox One. Si tratta di un gestionale sportivo in tempo reale destinato a utenti che amano ponderare ogni comando, gestendo le energie di tutta la squadra con pazienza, per affrontare le varie tappe con la giusta strategia. Esistono diverse modalità di gioco e varianti: la prima è la Gara, in cui si può selezionare la corsa a tappe o le gare classiche come la Parigi-Roubaix. Tutte le competizioni della sezione “Gara” si possono giocare sia in solitaria che in co-op locale, con un amico, condividendo lo schermo per stare nella stessa squadra, o in modalità “Versus”, in cui i due giocatori sono in team avversari. Nella sotto-modalità “My Tour”, il giocatore può creare la propria corsa personalizzata inserendo le sue tappe preferite. La seconda modalità disponibile è la “Pro Team”, in cui si può formare la squadra ideale per scalare la classifica mondiale ed essere di volta in volta invitati a partecipare a corse sempre più prestigiose, ingaggiando i ciclisti migliori. Nella modalità Pro Leader, invece, si può creare il proprio ciclista ad-hoc, personalizzandolo in tutto e per tutto per diventare il ciclista numero uno in circolazione e dominare la classifica “Pro Cycling” individuale. La strategia in questo videogioco rimane l’aspetto fondamentale per controllare la squadra, soprattutto in modalità Carriera o in Pro Team.

Insomma, che sia reale o virtuale il Tour de France riesce sempre ad appassionare uscendo sempre di più dalla ristretta nicchia di estimatori per andare a coinvolgere anche un pubblico più giovane ancora tutto da conquistare e pronto a giocare il proprio favorito.

Commenta con Facebook

Commenti


39240

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

No Banner to display

Pronostici Serie A