Dieci eventi che sono rimasti nella storia delle scommesse
pronostici
39240

Dieci eventi che sono rimasti nella storia delle scommesse

scommesse

Ecco dieci eventi che nel bene o nel male sono entrati di diritto nella storia delle scommesse sportive.

Le scommesse scandiscono sempre di più la vita di tante persone e ci sono città come Las Vegas, Macao o addirittura intere nazioni come il Regno Unito che sul gambling hanno fondato un vero e proprio impero dando vita anche a tanti siti specializzati come sitiscommesse.com. Ogni anno, fra giocatori amatoriali e professionisti, vengono piazzate miliardi di scommesse in tutto il mondo, legali o illegali e non tutte riguardano il semplice evento sportivo. Tutto ciò negli anni ha dato vita ad alcuni eventi rimasti di fatto nella storia delle scommesse.

1) La favola del Leicester – Con la vittoria della Premier League 2015/2016, il Leicester di Claudio Ranieri ha scritto una pagina indelebile delle scommesse sportive: mai infatti una squadra quotata 5000 ad 1 era riuscita a ribaltare il pronostico. E pensare che la vittoria è maturata con ben 10 punti di margine! Per trovare imprese simili bisogna tornare alla vittoria della Grecia agli Europei del 2004, quando la vittoria della squadra europea era data 150 ad 1.

2) Gli studenti del MIT contro i casinò – la storia che ha ispirato il film “21”. Fra il 1979 ed il 2000 un gruppo di studenti ed ex-studenti del Massachusetts Institute of Technology ed altre prestigiose università si è avvalso di una strategia di conteggio delle carte combinata ad un attento calcolo di percentuali (e qualche stratagemma) per battere i casinò statunitensi. Da allora i casinò hanno adottato diverse restrizioni a riguardo.

3) Le scommesse… sui figli d’arte – Il Regno Unito è la patria delle scommesse: i primi bookmaker sono apparsi qui nel 19° secolo ed oggi il fatturato annuo del settore è di oltre 14 miliardi di sterline. In Gran Bretagna si scommette praticamente su tutto e sono molto in voga le scommesse sui figli delle celebrità. Quale sarà il sesso ed il nome del prossimo erede al trono? Ma non solo: i bookmaker inglesi, alla nascita del figlio di David Beckham, iniziarono a bancare l’eventualità che Brooklyn Beckham avrebbe vestito un giorno la maglia della nazionale dell’Inghilterra. Una scommessa pagata 1000 ad 1, ma che è destinata ad essere perdente.

4) Calciopoli – Spesso si scommette in buona fede, consultando siti di pronostici e facendo del calcio uno studio, ma nel 2006 lo scandalo di Calciopoli ha allontanato tanti scommettitori da questo sport. La pagina più nera della storia del calcio in Italia ha portato alla penalizzazione di diverse squadre come Juventus, Fiorentina, Milan, Lazio, Reggina e Arezzo. Una vera e propria associazione illegale atta ad alterare i risultati delle partite di calcio di Serie A. La società maggiormente colpita dai provvedimenti fu la Juventus, riconosciuta colpevole di “illecito associativo”. Furono 19 le partite sotto inchiesta solo fra il 2004 ed il 2005.

5) Goran Ivanisevic vince Wimbledon 2001 – Una favola d’altri tempi quasi emulata da Roger Federer agli Australian Open 2017. Nel 2001, Goran Ivanisevic si apprestava a giocare il torneo di Wimbledon come n.125 del ranking Atp. Il grande servitore croato, contro tutti i pronostici, riuscì a vincere il titolo battendo in finale Pat Rafter al 5° set.

6) “Quei bravi ragazzi” della pallacanestro universitaria – La pallacanestro universitaria è stata l’obiettivo di numerosi scandali (vista anche la natura facilmente corruttibile dei ragazzi). I due scandali più famosi sono stati quello del CCNY nel 1950-51, operazione che coinvolse sette scuole, di cui quattro di New York City per un totale di 33 giocatori. E lo scandalo del Boston College del 1978-79. Una delle figure criminali coinvolte era Henry Hill, uno dei protagonisti del film “Quei bravi ragazzi”.

7) New  York Mets, 1969 – Una storia che ha dell’incredibile, quella dei “Miracle Mets”: la cenerentola del baseball professionistico riuscì a battere nei playoff gli Atlanta Braves e gli strafavoriti Baltimore Orioles nelle World Series 1969. Il loro primo titolo era quotato 1000 ad 1!

8) Team USA di hockey sul ghiaccio alle Olimpiadi del 1980 – ribattezzato “Miracolo sul ghiaccio” (in inglese Miracle on ice), la squadra di hockey su ghiaccio degli Stati uniti, composta da giocatori dilettanti ed universitari, riuscì a vincere la medaglia d’oro dei XIII Giochi olimpici invernali. Storico l’incontro tra Stati Uniti ed URSS del 22 febbraio 1980, disputato a Lake Placid.

9) I “Black Sox” delle World Series del 1919 – uno dei casi più cupi della storia dello sport è stato segnato dai White Sox nel 1919. Ben otto giocatori furono pagati per un totale di $ 100.000 dollari per perdere intenzionalmente il Fall Classic, in modo che i giocatori d’azzardo potessero ripulire i bookmaker scommettendo su Cincinnati. I giocatori sono stati banditi a vita dal baseball.

10) La passione di Floyd Mayweather – il soprannome “Money” dovrebbe spiegare tutto. Le scommesse dalle cifre folli sono ancora più discusse se a piazzarle è l’ex n.1 del pugilato, che diverse volte ha anticipato le sue scommesse sui social. Su tutte, Floyd ha puntato 1 milione e 100mila dollari su Oregon (college football), ma la bet più chiaccherata resta quella di 5,9 milioni sui Miami Heat contro gli Indiana Pacers ( handicap -7 punti). Entrambe sono risultate vincenti.

Commenta con Facebook

Commenti


39240

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

No Banner to display

Pronostici Serie A